08Nov
8 Novembre 2021

Talvolta si presentano nel corso della nostra vita momenti dolorosi che è bene affrontare in maniera consapevole; il supporto di professionisti preparati consente il superamento della difficoltà almeno da un punto di vista giuridico e burocratico.

Imposta di successione

L’ambito che ci apprestiamo ad affrontare è quello relativo all’eredità e alle tasse successorie.

Dichiarazione di successione: quando presentarla

La dichiarazione di successione deve essere presentata entro 12 mesi dalla data della morte del defunto, da uno dei soggetti obbligati, all’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate nella cui circoscrizione era residente il defunto.

A essere obbligati a presentare la dichiarazione sono, principalmente, gli eredi e i legatari.

Qualora gli eredi e i legatari rinuncino all’eredità (intero patrimonio o quota patrimoniale del defunto) o al legato (bene singolo attribuito a titolo successorio) prima della scadenza naturale del termine, sono esonerati dall’obbligo di presentare la dichiarazione.

Le aliquote e le franchigie stabilite per l’imposta sulle successioni e donazioni sono le seguenti:

Grado Franchigia Aliquota
Coniuge e parenti in linea retta 1.000.000 4%
Fratelli e sorelle 100.000 6%
Altri parenti fino al quarto grado, Affini in linea retta,
Affini in linea collaterale fino al terzo grado
6%
Altri soggetti 8%
Portatori di handicap 1.500.000 8%

Lo Studio Notai Piemontesi Associati rimane a disposizione per fornire chiarimenti e per assistere tutti i clienti nella complessa fase della successione ereditaria.